conduttore di macchine agricole



Panoramica
Formazione e Carriera
Mercato



Panoramica

Il Conduttore di macchine agricole è un operaio specializzato nella conduzione di trattori e di altri mezzi meccanici, utilizzati per la preparazione e la lavorazione della terra in aziende di dimensioni medio-grandi.
Dall’attività di questa figura dipende l’esito dell’intera produzione agricola, anche se le sue mansioni sono di carattere esecutivo. Tra i suoi compiti principali si annoverano i lavori necessari alla preparazione della terra da coltivare che, in base alla tipologia di produzione (ortofrutticola, cerealicola, ecc.), comporta diverse attività: disboscamento, dissodamento, aratura, ecc.. Viene poi scelto il macchinario specifico o l’attrezzo adeguato da agganciare al trattore, a seconda del lavoro da eseguire: semina, raccolta, trattamento antiparassitario, concimazioni, irrigazione, trasporto di prodotti agricoli, ecc.. Il Conduttore è anche il responsabile del corretto funzionamento dei macchinari a sua disposizione, si occupa di gestire il rifornimento di carburante ed effettua la manutenzione ordinaria, eseguendo anche piccole riparazioni.

Competenze

Per svolgere il mestiere di Conduttore di questo tipo di macchine, è fondamentale conoscere l’ambito agricolo-forestale, la tecnologia e il funzionamento dei mezzi meccanici. È inoltre necessario conoscere e saper utilizzare correttamente vari tipi di trattori agricoli e le macchine operatrici, utilizzate per l’intero ciclo produttivo, come le mietitrebbiatrici, le falciatrici, le motozappe, ecc.. Il Conduttore deve conoscere dunque anche le tecniche di coltivazione, la morfologia e la preparazione dei terreni, oltre alle metodologie riguardanti l’irrigazione, la concimazione e i trattamenti. Le sue conoscenze tecniche riguardano anche la cura e il funzionamento delle componenti meccaniche ed elettriche dei mezzi agricoli. Egli deve poi essere in grado di riparare semplici guasti e di eseguire la manutenzione ordinaria delle attrezzature. Normalmente ha la patente di guida B e sa condurre attrezzature agricole anche di grandi dimensioni: in questo caso, per guidare mezzi speciali, deve avere la patente di tipo C. Egli conosce infine sia le norme relative alla sicurezza sul lavoro che quelle di antinfortunistica, riguardanti specialmente il corretto utilizzo dei macchinari e la manipolazione di sostanze o preparati pericolosi.

Formazione e Carriera

Formazione

Per svolgere l’attività di Conduttore di macchine agricole non è richiesto un titolo di studio specifico. È possibile frequentare un corso di formazione professionale, ma le competenze si acquisiscono direttamente sul lavoro. Requisito indispensabile è il conseguimento della patente di guida di tipo B.

Carriera

Un Conduttore di macchine agricole molto esperto e con una buona preparazione tecnico-professionale può avanzare all’interno dell’azienda, assumendo responsabilità e incarichi di gestione e di coordinamento di altri Operai agricoli, anche specializzati.

Mercato

Situazione di Lavoro

Il Conduttore di macchine agricole lavora come dipendente in aziende agricole di dimensioni medio-grandi o all’interno di imprese che effettuano prestazioni conto terzi. Il suo rapporto di lavoro è in genere a tempo indeterminato o di tipo stagionale. Questa figura si relaziona con gli altri Operai agricoli e risponde del suo operato all’Agronomo o direttamente al Conduttore dell’azienda. In caso di guasti meccanici o di manutenzione straordinaria, egli interagisce anche con Meccanici specializzati. La sua attività si svolge prevalentemente all’aria aperta, esposto alle intemperie, al rumore e a sostanze chimiche (concimi, antiparassitari, ecc.). Per lo svolgimento della sua attività utilizza il trattore, le macchine per la raccolta delle colture vegetali e dei frutti, le falciatrici e le attrezzature che vengono trainate dal trattore, come gli aratri, gli erpici per la lavorazione del  terreno, le irroratrici per i trattamenti fitosanitari o le seminatrici automatiche per la semina delle colture vegetali. Il suo orario settimanale è di 39 ore, ma i lavori agricoli dipendono spesso dalle condizioni meteorologiche e dal ciclo stagionale. La sua retribuzione annuale lorda oscilla tra i 14.000 e i 15.000 euro, a cui si aggiungono eventuali straordinari.

Tendenze Occupazionali

La meccanizzazione di alcune fasi dei processi produttivi (semina, trattamenti fitosanitari, raccolta delle produzioni, ecc.) con macchine e attrezzature tecnologicamente avanzate rappresenta sicuramente una riduzione dei costi di produzione e quindi un elemento di competitività. Questo significa che il Conduttore di macchine agricole è certamente fondamentale nel processo produttivo delle aziende di grandi dimensioni. Tuttavia, per questa figura non si prevedono, nel breve periodo, incrementi del tasso di occupazione.
Il mestiere del Conduttore di macchine agricole è svolto quasi esclusivamente da uomini; nonostante le nuove tecnologie abbiano reso meno pesanti i lavori agricoli, questo mestiere richiede ancora una certa resistenza e forza fisica per manipolare attrezzi e materiali, nonché per gestire carichi di lavoro molto intensi.

Figure Professionali Prossime

Le mansioni del Conduttore di macchine agricole sono collegabili a quelle dell’Operaio agricolo specializzato, del Conduttore di macchine forestali e dell’Agricoltore.