dietista



Panoramica
Formazione e Carriera
Mercato



Panoramica

Il Dietista è l’operatore sanitario competente per tutte le attività finalizzate ad una corretta nutrizione, compresi gli aspetti educativi e quelli legati all’attuazione delle politiche alimentari.

Il Dietista organizza e coordina le attività specifiche relative all’alimentazione e alla dietetica e collabora con gli organismi preposti alla tutela degli aspetti igienico-sanitari di questo tipo di servizi. Elabora ed attua le diete prescritte dal medico e ne controlla l’accettabilità da parte del paziente, collabora poi con altre figure al trattamento multidisciplinare dei disturbi del comportamento alimentare (bulimia, anoressia, ecc.), studia la composizione di razioni alimentari adeguate ai bisogni nutrizionali di gruppi di popolazione e pianifica anche l’organizzazione dei servizi di alimentazione di comunità di sani e di malati. Svolge inoltre attività didattica ed educativa, al fine di diffondere i principi per un’alimentazione corretta e tale da consentire il recupero e il mantenimento di un buono stato di salute del singolo e della collettività.

Competenze

Questa figura deve possedere sia conoscenze scientifiche di base di biochimica, di patologia, di microbiologia, di fisica e di statistica, sia conoscenze specifiche sulla struttura e il funzionamento del corpo umano, in particolare dell’apparato digerente, sulle tecniche dietetiche, sull’igiene, sulla chimica degli alimenti e così via. In particolare il Dietista deve essere in grado di:

  • valutare le proprietà degli alimenti, anche nelle trasformazioni conseguenti alla cottura o alla conservazione
  • collaborare ai prelievi per il controllo batteriologico dei cibi
  • mettere a punto programmi nutrizionali specifici e personalizzati in funzione di eventuali patologie, delle esigenze del paziente o della fascia di età
  • redigere progetti di educazione alla salute in ambito scolastico, sociale e socio-sanitario
  • realizzare e valutare attività di sorveglianza nutrizionale, come la raccolta di dati epidemiologici, il rilevamento dei consumi alimentari e il rilevamento dello stato nutrizionale di gruppi di persone.

È opportuno che questa figura conosca, nell’ambito delle proprie competenze, almeno una lingua dell’Unione Europea per l’aggiornamento scientifico e professionale. Il Dietista deve saper utilizzare i principali strumenti informatici e deve conoscere le norme che tutelano la sicurezza e la salute nei luoghi di lavoro e quelle che regolano l’organizzazione della sanità. Chi ricopre questo ruolo deve sapersi relazionare con i propri interlocutori per comprendere le cause dei disturbi alimentari e motivare i pazienti a seguire le diete prescritte. Questa figura possiede infine una certa creatività, per proporre menu equilibrati ma anche gradevoli.

Formazione e Carriera

Formazione

Per fare il Dietista è necessaria la laurea triennale in Dietistica presente in alcune Facoltà di Medicina e Chirurgia, il cui accesso è programmato ogni anno ed avviene previo accertamento dell’idoneità psicofisica del candidato a svolgere questo tipo di lavoro. Al termine del corso una prova finale, con valore di esame di Stato, abilita all’esercizio della professione, senza l’obbligo di iscriversi ad alcun albo o ordine. In seguito è possibile perfezionare la formazione con la laurea specialistica in Scienze della Nutrizione Umana, oppure con la laurea specialistica in Scienze delle Professioni Sanitarie Tecniche Assistenziali, più orientata alla responsabilità gestionale, alla ricerca e alla didattica.

Carriera

Nell’ambito della sanità pubblica, conseguendo una laurea specialistica, si aprono possibilità di carriera nell’area della dirigenza.

Mercato

Situazione di Lavoro

Il Dietista lavora come dipendente o come libero professionista presso:

  • servizi di dietologia e nutrizione clinica e di farmacia ospedaliera, presenti nelle strutture ospedaliere sia pubbliche che private
  • servizi di refezione e mense di scuole, comunità, industrie e altri stabilimenti
  • servizi ambulatoriali territoriali del sistema sanitario, addetti anche all’assistenza domiciliare
  • società sportive. Inoltre può operare come educatore, occuparsi di formazione del personale o di ricerca.

Nel Sistema Sanitario Nazionale l’accesso alla professione avviene per concorso. Come libero professionista, il Dietista può esercitare anche presso un proprio studio privato o associato. Questa figura lavora a stretto contatto con il Medico che individua le patologie e prescrive le analisi da fare prima di iniziare la dieta. Nel SSN il Dietista è inquadrato inizialmente al livello C ma può, in seguito, passare al livello D: lo stipendio medio oscilla tra i 18 e i 20 mila euro lordi annui. I guadagni del libero professionista, specialmente se affermato, possono essere molto superiori.

Tendenze Occupazionali

In Italia i Dietisti sono circa 3 mila, ma questa cifra è destinata a crescere, perché nuovi spazi occupazionali si stanno creando nelle scuole, nelle aziende e negli ospedali, dove questa figura è diventata fondamentale anche per via delle leggi comunitarie sulla sicurezza alimentare. Con circa l’85% di donne, questa è una professione tipicamente femminile che rimarrà tale anche nel prossimo futuro.

Figure Professionali Prossime

La figura professionale più simile al Dietista è quella del Nutrizionista.