direttore di macchina



Panoramica
Formazione e Carriera
Mercato



Panoramica

Il Direttore di Macchina è responsabile della conduzione, della manutenzione e della riparazione di tutti gli impianti e i macchinari della nave.
 
Nella marina civile, il Direttore di Macchina è responsabile della gestione delle macchine e dell’apparato motore, nonché delle attrezzature tecniche di salvataggio e antincendio, del magazzino dei pezzi di ricambio e del rifornimento di carburante. Il Direttore di Macchina coordina sia il personale di bordo che quello di ditte esterne, addetti alla sala macchine, alla manutenzione e alla riparazione della nave. Egli compila i moduli per i “passaggi di consegna” degli Ufficiali, organizza i turni di guardia in sala macchine, sovrintende a tutte le manovre di entrata e di uscita dal porto, prevenendo incidenti ed intervenendo in presenza di guasti o di manovre particolarmente rischiose. Egli redige inoltre per l’ufficio tecnico un rapporto sulle operazioni tecniche effettuate o da effettuarsi. Il Direttore di Macchina è in costante rapporto con il Comandante, per informarlo sull’andamento generale dell’apparato macchine. Inoltre, in caso di guasti o di anomalie, ne da comunicazione all’Armatore, alle ditte di manutenzione esterne e ai cantieri navali.    

Competenze

Il Direttore di macchina deve:

  • possedere competenze di meccanica, di elettronica ed elettrotecnica, di impiantistica idraulica e di oleodinamica;
  • saper condurre gli impianti di propulsione;
  • conoscere le caratteristiche tecniche delle imbarcazioni;
  • essere in grado di curare il funzionamento, la manutenzione e la riparazione degli impianti elettrici, meccanici, idraulici ed elettronici;
  • conoscere il gergo tecnico-nautico;
  • saper comunicare in inglese scritto e parlato;
  • saper intervenire in situazioni problematiche e di emergenza;
  • conoscere le tecniche di sopravivenza in mare, le procedure antincendio e di pronto soccorso;
  • saper applicare le norme di sicurezza e di infortunistica;
  • saper lavorare in gruppo;
  • possedere idoneità fisica, senso di responsabilità, affidabilità ed autonomia, capacità organizzative e di analisi;
  • essere disponibile a spostamenti frequenti e ad orari irregolari e notturni.

Formazione e Carriera

Formazione

Per accedere a questa professione i percorsi formativi sono due: frequentare l’Accademia Navale militare oppure iscriversi all’Istituto Nautico. Una volta conseguito il diploma, è necessario richiedere alla Capitaneria di Porto il libretto di navigazione. La registrazione del diploma sul libretto consente la qualifica professionale di Allievo capitano di macchina. Con questo titolo l’aspirante Direttore di Macchina si può imbarcare con la qualifica di Allievo ufficiale. Il tirocinio dell’Allievo è costituito da un periodo d’imbarco di minimo 18 mesi, dopo il quale, sostenendo un esame presso le Capitanerie di Porto abilitate, otterrà il patentino. Per il rilascio della patente di Direttore di Macchina sono necessari, oltre a questo documento, tre anni di navigazione seguiti da un esame finale. Questi titoli professionali non coincidono necessariamente con le qualifiche d’imbarco, la cui effettiva assunzione dipende da molti fattori come il merito, la presenza di posti liberi e le strategie degli Armatori. Pertanto il titolo per il quale si è stati abilitati dall’autorità marittima, non sempre corrisponde al ruolo ricoperto a bordo di una nave.   

Carriera

Dopo almeno 10 anni di navigazione, questa figura acquisisce il titolo di Capitano superiore di macchina, che lo abilita alla direzione di navi di qualsiasi stazza. Dopo il pensionamento, egli può insegnare presso le Accademie Navali o gli Istituti Nautici. Altre possibilità di carriera a terra sono quelle di diventare Ispettore macchine o Responsabile dell’ufficio tecnico presso compagnie di armamento.

Mercato

Situazione di Lavoro

Il Direttore di Macchina trova lavoro come dipendente con contratto a tempo indeterminato o determinato dal periodo d’imbarco, alle dipendenze dell’Armatore, del Noleggiatore o della Compagnia di navigazione. Questa figura svolge la sua attività a bordo della nave, nella sala macchine, dove è esposto a rumore, calore e sostanze chimiche potenzialmente dannose ed è soggetto a condizioni meteorologiche mutevoli. Durante il suo operato, il Direttore di Macchina è in contatto con il Capitano, suo diretto superiore, con gli altri membri dell’equipaggio, con le ditte di manutenzione, gli Armatori, con gli uffici tecnici e i cantieri navali. In caso di emergenza, il Direttore di Macchina deve essere disponibile 24 ore su 24 insieme agli altri Ufficiali con i quali si alterna in turni di 8 ore. La sua retribuzione varia a seconda del tonnellaggio della nave, partendo da un minimo di 17.000 euro ad un massimo di 34.000 euro lordi l’anno per navi superiori alle 3.000 tonnellate.

Tendenze Occupazionali

Attualmente i Direttori di Macchina sono alcune migliaia. La scarsa vocazione per questa professione gravosa e l’elevato cambio generazionale lasciano prevedere una sostanziale stabilità dei suoi livelli occupazionali, dovuta anche alla tendenza, da parte degli Armatori, a ridurre al minimo l’equipaggio. La presenza femminile è scarsissima e non se ne prevede un incremento.

Figure Professionali Prossime

Le figure più vicine al Direttore di Macchina sono quelle del Tecnico e dell’Istruttore navale.