guardia particolare giurata



Panoramica
Formazione e Carriera
Mercato



Panoramica

La Guardia Particolare Giurata è un operatore della sicurezza addetto alla sorveglianza e alla tutela di beni mobili, immobili, enti ed imprese pubbliche e private.

La funzione principale di questa figura professionale consiste nel vigilare, sorvegliare o presidiare costantemente un luogo (una banca, un’abitazione privata, un’azienda o un ente pubblico), spesso anche in orari notturni. La sua postazione è generalmente ubicata presso le entrate e le uscite del fabbricato da sorvegliare e la sua attività può andare dal semplice controllo dell’afflusso delle persone all’identificazione tramite documento d’identità o attraverso l’ispezione in entrata con il metaldetector. La GPG ha inoltre il compito di gestire sia i diversi dispositivi di allarme e di video sorveglianza di cui è dotato il luogo da custodire, che i sistemi di sicurezza satellitare GPS. Se effettua servizio presso istituti bancari, la GPG indossa un giubbotto antiproiettile ed è collegata via radio con la centrale operativa, pronta ad intervenire in caso di pericolo. Tra i compiti svolti vi è anche il trasporto e la scorta valori: in questo caso lavora in squadre armate avvalendosi di un mezzo blindato, costantemente collegato via radio alla centrale operativa, che viene così informata di tutti gli spostamenti, dal prelievo al deposito. Nella maggior parte dei casi il denaro, prima di essere depositato nei caveau, passa in un locale completamente blindato e video sorvegliato (la cosiddetta “sala conta”) dove le Guardie Giurate, con l’aiuto di specifiche apparecchiature, sono addette a contare e confezionare la valuta.

Competenze

La GPG deve: • saper attuare le migliori procedure di sorveglianza e vigilanza • conoscere i luoghi e gli ambienti in cui opera ed il funzionamento dei sistemi di sicurezza e di allarme installati • essere in grado di percepire eventuali rischi e di attivare le procedure previste in caso di allarme • usare adeguatamente le armi e l’equipaggiamento tecnico di cui è dotato • conoscere le procedure di evacuazione e di gestione del personale • essere informato sulle norme che regolano la professione e la sicurezza sul lavoro e saper praticare ad un livello base il pronto soccorso • saper intervenire in modo razionale e non impulsivo • possedere spirito di osservazione, nonché buone capacità relazionali in caso di contatto diretto con il pubblico.

Formazione e Carriera

Formazione

Per poter prestare servizio come GPG è necessario ottenere l’autorizzazione dalla Prefettura la quale, una volta accertato che l’aspirante sia in possesso dei requisiti richiesti (come maggiore età, mancanza di condanne a carico, padronanza verbale e scritta della lingua italiana, ecc.), rilascia un decreto di nomina a Guardia Particolare Giurata. La richiesta di riconoscimento della qualifica può essere inoltrata esclusivamente da un Istituto di vigilanza o da un datore di lavoro privato, il quale potrà provvedere all’assunzione solo in seguito al rilascio del decreto di approvazione. Sono previsti specifici corsi di formazione e addestramento organizzati dagli stessi Istituti di vigilanza ed esercitazioni periodiche presso il poligono di tiro.

Carriera

L’avanzamento professionale avviene in base alle capacità tecniche, al livello d’istruzione ed al grado di anzianità, portando la GPG a ricoprire cariche come Responsabile di caveau, Capo sala operativa, Ispettore di Servizio, ecc..

Mercato

Situazione di Lavoro

La GPG lavora generalmente come dipendente presso un Istituto di vigilanza privata, con un contratto a tempo determinato o indeterminato (per questa figura sono esclusi i contratti di collaborazione o di lavoro autonomo). Per intraprendere la professione in veste di titolare di un’agenzia di vigilanza bisogna ottenere la licenza da parte del Prefetto il quale, accertata l’idoneità, verifica la compatibilità con i limiti territoriali e provinciali ed assegna all’Istituto un’area geografica in cui operare. Come dipendente, la figura si relaziona con i suoi superiori, con il titolare dell’Istituto e con il Questore che controlla e verifica la conformità dell’attività svolta. La GPG svolge la sua attività prevalentemente all’esterno, ad eccezione del caso in cui lavori presso la centrale operativa. Nei centri commerciali, aeroporti, stazioni ferroviarie e metropolitane svolge la propria attività a piedi, mentre per le aree più estese si avvale di un automezzo di servizio. La GPG opera in divisa, dispone quasi sempre di un’arma, di giubbotti antiproiettile, di automezzi e veicoli blindati; utilizza sistemi di allarme e dispositivi per il conteggio ed il confezionamento del denaro. Il suo orario di lavoro è di 40 ore settimanali suddivise in turni di 7 ore (spesso previsti anche durante la notte, nei fine settimana e nei giorni festivi). La retribuzione base è di 12.000 euro lordi l’anno fino ad un massimo di 19.000 euro.

Tendenze Occupazionali

Le possibilità occupazionali per la GPG sembrano positive, sia per la crescente richiesta di sicurezza sociale, sia per l’estensione a nuovi ambiti di attività: aeroporti, stazioni ferroviarie, servizi antitaccheggio nei negozi, ecc.. La presenza femminile nel comparto è modesta.

Figure Professionali Prossime

Le figure più vicine alla GPG sono la Guardia venatoria, la Guardia ittica e la Guardia ambientale.