manager dei trasporti



Panoramica
Formazione e Carriera
Mercato



Panoramica

Il Manager dei Trasporti, detto in alcuni casi Mobility Manager,  si occupa della pianificazione strategica di tutti i servizi legati alla mobilità, anche allo scopo di ottimizzare la logistica, la distribuzione e l’intermodalità, intervenendo sui trasporti terrestri, marittimi ed aerei.
Questo profilo è altamente qualificato, e, data la complessità delle sue mansioni, svolge compiti di tipo dirigenziale. Il suoi interventi sono di natura e tipologie differenti, in quanto dipendono dal sistema di trasporti utilizzato dall’Azienda o dall’Ente in cui opera. Il Manager dei trasporti organizza le risorse umane, pianifica e gestisce sia il servizio di trasporti, definendone orari, prezzi, cambi di programma, reazioni dei passeggeri e delle aziende clienti, secondo le strategie di sviluppo delle politiche aziendali, tenendo anche conto delle richieste dell’utente. Inoltre il Manager dei Trasporti si occupa non solo della stesura dei contratti con fornitori e clienti, ma anche dell’acquisto e della manutenzione del parco veicoli. Coordina poi, in particolare comeMobility Manager, le attività di marketing e di informazione destinate anche a sensibilizzare i passeggeri, per promuovere modalità di trasporti a minor impatto ambientale. Egli collabora altresì alla stesura dei piani di sicurezza nel rispetto delle normative, organizza i piani dei trasporti urbani e non urbani, non trascurando le esigenze dei vari partner interessati al sistema dei trasporti nel territorio di riferimento. Supervisiona infine i livelli di qualità del servizio, partecipa alla risoluzione di problemi ed imprevisti, redige i bilanci e i piani di sviluppo aziendali.

Competenze

Il Manager dei Trasporti deve:

  • avere una conoscenza approfondita di economia aziendale, di marketing, di statistica e di logistica;
  • possedere nozioni relative ai diversi sistemi di trasporto;
  • saper organizzare il flusso dei mezzi per effettuare i relativi servizi;
  • conoscere la normativa del settore per essere in grado di gestire gli spostamenti di persone o merci, individuando mezzi e modalità più appropriati ;
  • avere competenze e capacità tecniche ed informatiche per la messa a punto dei sistemi di controllo (security, gestione scorte e spedizioni, ecc.);
  • essere informato sulle modalità e sulle norme di sicurezza del settore;
  • conoscere l’inglese;
  • possedere attitudine al lavoro di gruppo e doti di leadership;
  • essere affidabile e responsabile anche in situazioni di stress elevato, sapendo risolvere i problemi.

Formazione e Carriera

Formazione

Questa figura generalmente ha una formazione di tipo universitario, consistente in una prima laurea in ingegneria industriale, oppure in ingegneria civile e ambientale, o in scienze e tecnologie della navigazione marittima ed aerea, seguita da un master in ingegneria gestionale o in ingegneria spaziale ed aereonautica.

Carriera

Per diventare Manager dei Trasporti è necessario possedere un’esperienza di alcuni anni nel settore, conseguita in un’azienda privata o pubblica, dove si è entrati tramite concorso. L’ulteriore crescita all’interno della struttura avviene con l’assunzione di responsabilità sempre maggiori.

Mercato

Situazione di Lavoro

Il Manager dei Trasporti può operare in contesti aziendali molto diversi: trasporti terrestri, aerei, marittimi. In un’impresa privata questa figura fa parte dell’area strategico–operativa, ed è inquadrato come Quadro, mentre, in un’azienda pubblica, è Dirigente o Responsabile e le sue funzioni sono legate alla pianificazione della mobilità territoriale. Egli si relaziona con tutto il personale della struttura nella produzione, nel marketing e nell’amministrazione, dovendo supervisionare tutti i segmenti dell’organizzazione. Il suo luogo di lavoro è generalmente costituito da un ufficio dove, attraverso strumentazioni tecniche, come il computer e i vari dispositivi per il controllo e la pianificazione, monitorizza i servizi di trasporto. A volte può anche spostarsi presso impianti ed uffici periferici. Il suo orario varia a seconda del carico di lavoro e degli obiettivi prefissati dall’azienda, ma di solito rientra nelle 35-40 ore settimanali. La sua retribuzione cambia molto, in base ai contratti di riferimento e agli anni di esperienza. Da un massimo di 83.000 euro lordi annui per i Dirigenti dell’assistenza al volo, ad un minimo lordo di 29.000 euro all’anno per i Dirigenti di autotrasporto e spedizione merci.

Tendenze Occupazionali

Si stima che in questo ruolo siano inserite circa 3.000-4.000 persone suddivise nei seguenti settori: imprese di trasporto, Pubblica Amministrazione, Enti Locali (Comuni, Province, Regioni, ecc.). Tenendo conto della continua evoluzione dei Trasporti, settore strategico per gli scambi commerciali e l’aumento della mobilità, l’importanza di questo Manager è tale, da ritenersi una figura con buone prospettive occupazionali. La presenza femminile nel comparto può essere numericamente più rappresentativa nelle imprese di piccole dimensioni, anche se permane la tendenza da parte delle aziende ad affidare incarichi di responsabilità a figure maschili. 

Figure Professionali Prossime

Questa figura è paragonabile al Manager delle aziende di trasporto pubblico, al Dirigente consegne & spedizioni, al Dirigente del settore trasporti e al Dirigente ferroviario.