programmatore informatico



Panoramica
Formazione e Carriera
Mercato



Panoramica

Il Programmatore informatico, utilizzando i linguaggi di programmazione sviluppa applicazioni software che soddisfano specifiche esigenze.

Si tratta di una figura che è soprattutto presente all’interno delle cosiddette “software house”, vale a dire società che realizzano programmi informatici destinati ai più diversi settori di attività, da quello commerciale a quello scientifico o quello pubblico.

Questo professionista lavora a stretto contatto con l’Analista informatico (vedi anche Figura 1 nell'area ‘New Economy’), una figura che individua le esigenze del committente e definisce i requisiti del software da creare.

Il Programmatore si occupa di realizzare operativamente le applicazioni, scrivendo le istruzioni sotto forma di linee di codice basate su specifici linguaggi di programmazione.

L’esecuzione da parte del calcolatore di tali istruzioni, in genere piuttosto complesse, consente agli utenti finali di servirsi del computer per svolgere le più diverse attività.

Il lavoro del Programmatore non si limita però a questa sola fase, le sue mansioni prevedono anche il collaudo e la messa a punto del software, che consistono rispettivamente nell’identificazione e nella successiva eliminazione degli eventuali errori, fino al raggiungimento della versione definitiva del programma. La redazione della guida all’uso del software è un ulteriore compito al quale il Programmatore collabora.

Competenze

Il Programmatore informatico deve essere in grado di individuare gli strumenti di sviluppo del software, per creare un prodotto conforme alle specifiche progettuali indicate dall’Analista e richieste dal cliente. In particolare, deve conoscere i più diffusi linguaggi di programmazione, le principali regole della programmazione strutturata, le diverse tipologie di applicazioni software e i principali sistemi operativi utilizzati dai computer.

Deve, inoltre, possedere adeguate competenze grafiche e tecniche per determinare e verificare il livello di accessibilità e usabilità del programma in relazione alle esigenze e alla tipologia di utenti. È fondamentale, inoltre, essere capace di collaudare le applicazioni informatiche, gestirne la manutenzione ed infine, produrre la relativa documentazione.

Per quanto riguarda le competenze di base, sono requisiti necessari un buon livello di cultura generale e la conoscenza della lingua inglese tecnica.

Sul piano personale il Programmatore informatico deve avere capacità di analisi e di interpretazione delle esigenze del cliente e una buona disposizione al lavoro di gruppo.

Formazione e Carriera

Formazione

Quest’attività si comincia di solito lavorando per un paio d’anni come Programmatore junior e, successivamente, come Programmatore senior: il passaggio di qualifica è determinato unicamente dall’esperienza acquisita e dalla capacità di aggiornamento, nonché dal possesso di una laurea. Successivi sbocchi professionali possono essere infatti il System integrator , l’Analista programmatore e il Security administrator.

Mercato

Situazione di Lavoro

Il Programmatore lavora generalmente all’interno di software-house, società di servizi, studi di consulenza, centri di ricerca o come libero professionista.

Per quanto riguarda gli orari e il livello retributivo, la situazione può essere molto diversa tra chi svolge un lavoro dipendente e chi esercita la propria attività in modo autonomo. Nel caso di personale dipendente, la retribuzione media annua lorda può variare tra i 20 e i 25 mila euro. Nel caso invece di liberi professionisti, i compensi sono generalmente legati ai livelli di specializzazione, più o meno elevati, necessari per poter sviluppare determinate tipologie di programmi.

Tendenze Occupazionali

Nel prossimo biennio, considerata la progressiva differenziazione dei campi applicativi dell’informatica (reti di comunicazione, e-commerce, amministrazione, economia, medicina ed automazione dei processi industriali), è prevista una ripresa della domanda occupazionale per il Programmatore, rallentata in questi ultimi anni soprattutto a causa della diffusione di software già strutturati, provenienti dall’estero (vedi ad esempio la famiglia dei programmi Microsoft), che hanno ridotto la domanda di prodotti informatici di base “personalizzati”. Inoltre questa figura, pur continuando a mantenere una netta prevalenza maschile, mostra una certa tendenza all’aumento delle presenze femminili.

Figure Professionali Prossime

Le figure professionali più vicine al Programmatore informatico sono il System integrator, l’Analista programmatore e il Security administrator.