promotore finanziario



Panoramica
Formazione e Carriera
Mercato



Panoramica

Il Promotore finanziario è colui che per conto di società di intermediazione mobiliare promuove e vende prodotti finanziari e conclude contratti di risparmio. Parallelamente le stesse società e le banche autorizzate ad intervenire nel mercato mobiliare effettuano le attività per la promozione e il collocamento dei propri prodotti e dei servizi bancari e finanziari all’interno delle loro strutture.

Questa figura svolge primariamente un’attività di promozione e vendita di "prodotti" estremamente complessi – quali sono quelli finanziari - diretta al pubblico dei piccoli risparmiatori. La stipula di contratti di compravendita rappresenta quindi la fase conclusiva del suo lavoro, per arrivare alla quale il Promotore deve, in primo luogo raccogliere e analizzare, oltre alla normativa relativa al suo settore, tutte le informazioni necessarie in tema di mercati finanziari e di economia internazionale. In un secondo momento, egli svolge un’efficace attività informativa e promozionale non solo verso i suoi clienti ma anche verso coloro i quali ancora clienti non sono. Una volta che il potenziale cliente, interessato alla proposta del Promotore, si sia seduto al tavolo con lui per discuterne, il Promotore, aiutandosi con test e questionari, ma anche mediante la sua personale capacità, dovrà comprenderne bisogni e aspettative, valutandone le esigenze, le preferenze e le disponibilità di investimento. Sulla base delle indicazioni che avrà ricevuto, dovrà quindi proporre al cliente i prodotti finanziari a lui più adatti in rapporto alle dimensioni e alla durata dell’investimento, alla propensione al rischio, alle aspettative di reddito e alle esigenze di liquidità. Anche dopo l’accettazione della proposta e la firma del contratto, il Promotore dovrà cercare di rimanere in contatto con il cliente, chiamandolo in prossimità delle scadenze del suo investimento, ma anche, semplicemente, inviandogli gli auguri per le festività.

Competenze

Nell’attività del Promotore finanziario il rapporto con il cliente rappresenta il momento centrale: più d’ogni altra cosa egli deve dunque possedere un’ottima capacità di relazione interpersonale, che gli consenta di avere un atteggiamento disponibile e amichevole, ma anche di risultare autorevole e competente in modo da ottenere la fiducia del cliente e di soddisfarlo pienamente. Sono richiesti inoltre spirito d’iniziativa e una buona capacità di lavorare in autonomia. La sua preparazione tecnico-specialistica dovrà includere nozioni di: economia del mercato finanziario, matematica finanziaria applicata alle scelte di investimento,diritto di mercato finanziario, diritto privato, diritto tributario, aspetti gestionali delle attività di intermediazione finanziaria (asset, allocation, selezione dei titoli, benchmarking ecc.). Egli deve inoltre conoscere perfettamente la disciplina legislativa regolamentare e deontologica dell’attività di Promotore. Deve infine saper utilizzare il personal computer.

Formazione e Carriera

Formazione

Promotore finanziario è richiesto il diploma di scuola media superiore di durata quinquennale, anche se sarebbe consigliabile aver conseguito una laurea in discipline economico-giuridiche. Per accedere alla professione è indispensabile l’iscrizione all’Albo dei promotori presso la Consob, che ottiene con il superamento di un esame di abilitazione, con commissioni territoriali.

Mercato

Situazione di Lavoro

Promotore finanziario può svolgere attività di tipo subordinato, in quanto dipendente dell’azienda di credito, oppure può proporsi come consulente, in questo caso lavorando per una o più aziende. Nel caso più frequente, che prevede un contratto di collaborazione con un’unica istituzione finanziaria, egli può avere il recapito all’interno dell’azienda, ma in ogni caso il lavoro viene svolto direttamente al domicilio del cliente. L’orario di lavoro dipende, quindi, dalle esigenze della clientela stessa.

La retribuzione, in genere, varia in base alla percentuale di commissione riconosciuta sui contratti ovviamente, all’importo dei contratti conclusi; occasionalmente esiste una parte fissa mensile. Per Promotori finanziari dipendenti le retribuzioni sono ad un livello medio, che va dai 31.500 euro lordi l’anno al primo livello di quadro.

Generalmente è l’azienda a fornire i supporti informatici necessari per svolgere quest’attività, vale dire un computer portatile per la gestione degli appuntamenti, l’aggiornamento dei dati anagrafici dei propri clienti, la stampa dei moduli e dei contratti e lo sviluppo di proiezioni da mostrare clienti stessi.

Tendenze Occupazionali

Dato l’imprescindibile rapporto diretto con la clientela, il Promotore finanziario è una figura al riparo dalla disoccupazione tecnologica e quindi ancora per diversi anni si prevede una tendenza significativamente espansiva.

Figure Professionali Prossime

La figura professionale più vicina al Promotore è il Consulente finanziario.