responsabile del magazzino



Panoramica
Formazione e Carriera
Mercato



Panoramica

Il Responsabile del magazzino si occupa di gestire le attività di ricevimento, stoccaggio e smistamento dei materiali verso magazzini o clienti.
Questa figura ricopre un livello di responsabilità elevato, in quanto si occupa della gestione delle merci destinate al ciclo della produzione o alla distribuzione. Il magazzino dove opera può essere di due tipologie: il primo riceve merci acquistate, il secondo è un luogo dove i prodotti fabbricati vengono depositati per poi essere trasportati in un secondo tempo, attraverso spedizioni verso i clienti. Per entrambe le tipologie, questa figura presiede l’amministrazione contabile, elabora i piani di gestione scorte e valuta soluzioni economiche funzionali per la programmazione degli acquisti. Egli organizza poi il materiale, ne effettua lo stoccaggio e la classificazione a seconda del loro utilizzo (successive lavorazioni, clienti o punti vendita) o della loro specificità (deperibilità e pericolosità), occupandosi della loro collocazione logistica, nonché dei macchinari e delle attrezzature necessarie alla loro movimentazione. Inoltre, il Responsabile del magazzino si occupa dei criteri di archiviazione e gestione dati, sia per il loro reperimento che per la loro giusta collocazione. In fase di ricezione, questa figura supervisiona la documentazione, come ad esempio le bolle di accompagnamento, controlla i quantitativi e la conformità della merce e ne esegue la registrazione. Nelle procedure di uscita del materiale dallo stabilimento, il Responsabile del magazzino segue non solo le procedure di imballaggio, presiedendo le operazioni di smistamento e flusso delle forniture, ma anche quelle amministrative e di contabilità, riguardanti i mezzi di trasporto e le spedizioni.

Competenze

Il Responsabile del magazzino deve: ● avere conoscenze approfondite di merceologia ● possedere competenze di organizzazione dei trasporti e di gestione integrata del magazzino, sapendo utilizzare i relativisoftware ● avere padronanza di amministrazione, contabilità, controllo di gestione e tecniche di valutazione economica delle scorte ● essere in grado di definire il layout del magazzino, sapendo individuare non solo le attrezzature, ma anche le risorse umane necessarie al flusso e alla movimentazione delle merci ● possedere una visione sistemica dell’intero processo (stoccaggio e flussi) ● essere a conoscenza delle norme di sicurezza e prevenzione sul lavoro e in campo ambientale ● avere spiccate capacità organizzative e relazionali.  

Formazione e Carriera

Formazione

La formazione del Responsabile del magazzino è costituita da un diploma di perito industriale o di ragioniere, conseguito presso un Istituto tecnico, corredato da corsi post diploma in contabilità, amministrazione, controllo, gestione del magazzino e informatica per l’apprendimento dei software applicativi. Non è necessario un titolo universitario ma, dato la complessità dei compiti che questa figura deve possedere, è preferibile una laurea triennale in Ingegneria gestionale o in Ingegneria logistica e della produzione. 

Carriera

La carriera di questa figura inizia come Addetto al ricevimento merci o alla gestione delle operazioni di stoccaggio oppure in un ruolo tecnico di Addetto alla logistica. Il suo avanzamento di carriera per diventare Responsabile può avvenire solo dopo 3 o 5 anni di esperienza.  

Mercato

Situazione di Lavoro

Il Responsabile del magazzino lavora come dipendente presso tutte le imprese industriali o nella distribuzione commerciale, rivestendo un ruolo di rilevante importanza in quanto il magazzino rappresenta la struttura organizzativa strategica di un’azienda. I suoi luoghi di lavoro sono costituiti da un ufficio all’interno del magazzino, dove opera con software specifici, strumenti di reporting e di segnaletica cartacea, e dal magazzino stesso dove utilizza macchinari per la movimentazione delle merci. Nella produzione industriale, questa figura si relaziona con i Responsabili e con gli Addetti alla programmazione e al controllo della produzione, mentre nella distribuzione commerciale ha rapporti con la Direzione della rete distributiva, con i Responsabili commerciali dei punti vendita, con i magazzini intermedi e con il Responsabile della qualità della merce in ingresso. Inoltre, egli può relazionarsi con fornitori, spedizionieri e con studi di consulenza dedicati alla gestione dei magazzini. Il suo orario di lavoro si svolge nelle 40 ore settimanali, a cui si aggiungono gli straordinari e la sua retribuzione parte da un minimo di 22.000 ad un massimo di 25.000 euro lordi all’anno.        

Tendenze Occupazionali

La stima dei Responsabili di magazzino nel nostro Paese è di circa 21.000 unità. Le nuove metodologie introdotte con il “just in time”, che riducono al minimo la necessità di giacenze di merce ed il ricorso al magazzino, o la stessa informatizzazione della funzione lasciano prevedere, da parte delle imprese, una riduzione del profilo. Pur non presentando questo ruolo particolari limiti nei confronti delle donne, la presenza maschile resta in netta maggioranza, anche se si può ipotizzare un leggero aumento della componente femminile nel prossimo futuro.

Figure Professionali Prossime

Le mansioni di questa figura sono simili a quelle del Tecnico degli acquisti-approvvigionamenti.