saldatore



Panoramica
Formazione e Carriera
Mercato



Panoramica

Questo Operaio Specializzato congiunge per fusione parti distinte di metallo, utilizzando macchine saldatrici o utensili.
L’attività del Saldatore prevede l’esecuzione di azioni regolate da procedure piuttosto standard. Tuttavia l’operato di questa figura professionale presenta notevoli difficoltà e complessità. Lo svolgimento del lavoro del Saldatore avviene in 3 fasi: nella I° fase, egli prepara la sagoma e taglia i pezzi da saldare, facendo riferimento ai dati tecnici, forniti dai disegni del reparto progettazione. Nella II° fase viene effettuato il processo di saldatura vero e proprio, che può essere tradizionale o automatico, in base ai materiali da utilizzare e all’uso a cui i prodotti sono destinati. Alla fine il Saldatore opera sulla rifinitura dei pezzi, detta “smerigliatura”, che consiste nell’eliminazione di sbavature, avvenute durante la lavorazione. Successivamente, egli si occupa della manutenzione e della pulizia degli utensili, dei macchinari e degli impianti, registrando sui moduli predisposti dall’azienda i dati tecnici relativi al processo lavorativo.

Competenze

Le competenze richieste al Saldatore consistono nel: ● conoscere il disegno e la tecnologia meccanica, la logistica industriale e la programmazione informatica ● saper utilizzare le diverse tecnologie per i diversi materiali saldabili ● saper mettere in opera differenti tecniche di saldatura, utilizzando con abilità diversi tipi di strumenti ● essere in grado di eseguire lavori di carpenteria, qualora se ne presentasse il bisogno, a mano o con l’utilizzo di macchine ● saper valutare la qualità della saldatura realizzata, indicando eventuali anomalie ● essere in grado di eseguire l’ordinaria manutenzione delle macchine che si utilizzano per saldare ● conoscere le norme di prevenzione degli infortuni e la normativa ISO 9001 ● essere in grado di trasferire le informazioni verso gli altri addetti alla produzione o al controllo qualità ● possedere un’ottima manualità, oltre a precisione e cura per la propria area di lavoro.  

Formazione e Carriera

Formazione

Il percorso formativo del Saldatore prevede il completamento dell’obbligo scolastico. Anche se spesso questo Operaio specializzato non è in possesso di un diploma o di una qualifica ad indirizzo tecnico, è consigliabile la frequenza di un corso di formazione specifico o di corsi svolti generalmente all’interno dell’azienda, che prevedono anche l’affiancamento a Saldatori esperti: tutto questo può risultare molto utile per acquisire le competenze necessarie a svolgere questo tipo di attività. Per le lavorazioni particolarmente complesse e per garantire la sicurezza e la qualità del processo, è richiesto un patentino rilasciato dall’Istituto Italiano per la Saldatura (www.formazionesaldatura.it), oppure da aziende autorizzate. Tale patentino si rinnova ogni due anni, attraverso un esame in presenza di un Tecnico specializzato.

Carriera

Un Saldatore esperto può assumere, col tempo e l’esperienza, la direzione di un gruppo di Saldatori o può anche diventare Formatore o Certificatore.

Mercato

Situazione di Lavoro

Questa figura trova impiego presso medie e grandi imprese meccaniche nel settore produzione e opera generalmente all’interno di una squadra dedicata alla saldatura. Durante il suo lavoro, si relaziona con il Capo reparto ed interagisce con gli altri Operai specializzati.
La sua situazione di lavoro varia notevolmente, in base all’oggetto in produzione e alle tecnologie utilizzate. In alcuni tipi di produzione seriale, il Saldatore perde il suo carattere di manualità, diventando sempre più un Conduttore di macchine, adibite alla saldatura meccanica. L’ambiente dove egli lavora è spesso disagevole per quanto riguarda l’aspetto climatico, specialmente d’estate. Il Saldatore utilizza strumenti come il cannello a gas, l’arco elettrico e la saldatrice ed è provvisto di un abbigliamento antinfortunistico, che comprende un grembiule in pelle, un casco di protezione, le scarpe protettive e gli occhiali. Il suo orario giornaliero viene svolto in 8 ore, tuttavia il Saldatore può essere soggetto a turni di lavoro straordinario. Il suo stipendio, che varia a seconda della professionalità e delle responsabilità assegnateli, va da un minimo di 18.000 euro ad un massimo di 24.000 euro lordi annui.

Tendenze Occupazionali

La domanda aggiuntiva di nuovi Saldatori è elevata: si calcola che in Italia ve ne siano più di 100.000 e che la loro richiesta sia destinata a crescere nel prossimo futuro. Questa figura è  infatti di difficile reperibilità da parte delle aziende, specialmente se esperta e in grado di essere immediatamente operativa sul lavoro, senza bisogno di un’ulteriore formazione.
La maggior parte dei Saldatori sono uomini: soltanto in alcuni tipi di lavorazioni leggere e di precisione è possibile trovare personale femminile. A parte queste eccezioni, la presenza di donne, anche in questo comparto della Metalmeccanica, è minoritaria, sia per la scarsa frequenza di ragazze ai corsi specializzati, necessari per intraprendere questa professione, sia per la presenza dei turni di notte che per la richiesta di una particolare resistenza fisica.

Figure Professionali Prossime

La figure più vicine a quelle del Saldatore sono il Saldatore a fiamma, il Brasatore e il Tagliatore a fiamma.