tassista



Panoramica
Formazione e Carriera
Mercato



Panoramica

Il Tassista svolge un servizio pubblico a pagamento per il trasporto di persone (taxi)  o cose (taxi merci).  Nel caso di taxi collettivi, il percorso è stabilito dalla richiesta di più clienti.

Per esercitare questa professione occorre possedere un’autovettura fornita di un’apposita licenza della durata di 5 anni e rinnovabile, rilasciata dal Comune di residenza. Il Tassista è tenuto ad osservare regole e norme, la cui trasgressione comporta conseguenze civili e penali. I requisiti di legge a cui egli si deve attenere sono:

  • possedere la licenza comunale rilasciata dal Sindaco;
  • essere cittadino italiano o di uno stato dell’Unione Europea;
  • essere residente nella Provincia del Comune, in cui egli vuole esercitare;
  • essere regolarmente iscritto alla Camera di Commercio;
  • disporre di un veicolo idoneo;
  • avere l’assicurazione per la responsabilità civile;
  • non avere in corso condanne o pene;
  • possedere una rimessa per il taxi;
  • essere in regola con le norme antimafia  e non essere stato dichiarato fallito.

I compiti richiesti possono essere sia di tipo gestionale-relazionale (prendere in carico i passeggeri nel luogo richiesto e condurli nel luogo di destinazione a qualsiasi ora, anche di notte, secondo il turno assegnato), che di tipo tecnico (manutenzione del veicolo, osservanza del Codice della strada, ecc.). Il Tassista deve inoltre:

  • aiutare le persone anziane o con handicap a salire e scendere dal veicolo;
  • occuparsi dei bagagli e riscuotere il prezzo della corsa, attenendosi all’importo indicato sul tassametro;
  • consegnare all’ufficio competente del Comune gli oggetti smarriti;
  • occuparsi del resoconto amministrativo, avvalendosi dell’aiuto di un commercialista o della cooperativa per cui lavora.  

Competenze

 Per fare il Tassista è indispensabile:

  • avere nozioni di geografia, toponomastica, meccanica e pronto soccorso;
  • possedere la patente B e conoscere perfettamente il Codice della strada;
  • saper condurre efficacemente il mezzo;
  • saper usare la ricetrasmittente e lo stradario;
  • conoscere le strade della città in cui opera, sapendosi orientare in qualsiasi luogo richiesto;
  • conoscere le norme di sicurezza e prevenzione dagli infortuni;
  • essere dotato di autocontrollo e di resistenza allo stress;
  • conoscere una lingua straniera, preferibilmente l’inglese.  

Formazione e Carriera

Formazione

Per richiedere la licenza di Tassista è necessario prendere la Patente B ed iscriversi alla Camera di Commercio dove si è residenti, dopo aver superato presso la Provincia un esame di idoneità alla professione, esibendo i seguenti requisiti: l’attestato della scuola dell’obbligo, un certificato che confermi, attraverso una visita medico legale, il possesso dell’idoneità fisica ed il C.A.P. (Certificato di Abilitazione Professionale), che si consegue presso la Motorizzazione Civile attraverso un’ulteriore esame.

Carriera

Il Tassista può diventare, con il tempo e l’esperienza, Gestore ed Organizzatore di una cooperativa di taxi.

Mercato

Situazione di Lavoro

Il Tassista prestail suo servizio sia in forma autonoma, sia come socio di cooperative o consorzi. Egli svolge la sua attività all’interno della fascia comunale. L’auto con cui lavora deve essere di colore bianco, avere quattro porte e sul tetto l’insegna luminosa con la scritta TAXI. Sugli sportelli e sul cofano posteriore devono apparirele etichetteautoadesive, che identificano il taxi o la cooperativa di appartenenza. All’interno del taxi si trovano il tassametro, ben visibile dal cliente, e l’attrezzatura per il radio taxi. Inoltre il Tassista deve possedere la modulistica per il rilascio delle ricevute fiscali. La vettura deve essere sostituita in media ogni 5-6 anni. Egli si relaziona con il centro smistamento chiamate, con il cliente e con gli uffici comunali competenti. Il Tassista può lavorare fino ad un massimo di 12 ore al giorno, per cinque giorni (compresi i festivi), con turni che coprono le 48 ore, stabiliti dall’Assessorato ai trasporti del Comune di appartenenza.  Il guadagno oscilla fra i 30.000 e 40.000 euro lordi annui, da cui però, nel caso di tassisti proprietari, devono essere sottratti i costi di ammortamento dell’acquisto del mezzo e della sua manutenzione. Il Tassista può beneficiare di finanziamenti a tasso agevolato dell’Artigiancassa e di sconti del 10% sul prezzo di listino di un’auto. Inoltre bisogna detrarre le spese di bollo e di assicurazione, con sconti fino al 75%, l’acquisto del carburante, le tasse, le imposte sul reddito e i costi di manutenzione del veicolo, sottoposto annualmente a collaudo presso la Motorizzazione Civile. Non va sottovalutato infine il costo delle licenze, che nelle grandi città è molto elevato.

Tendenze Occupazionali

La crescente razionalizzazione del trasporto pubblico e l’aumento della liberalizzazione nel settore, ne rendono ipotizzabile una crescita dell’offerta e un se pur lieve incremento dell’occupazione, frenata dai timori di un’eccessiva concorrenza, che hanno all’inizio osteggiato i concorsi banditi dalle amministrazioni comunali per le nuove licenze e i subentri per volture degli operatori rinunciatari. La bassa presenza femminile è da attribuirsi in parte ai turni di notte.   

Figure Professionali Prossime

Il Tassista è paragonabile all’Autista privato o al Conducente di autoambulanze.