tecnico degli acquisti approvvigionamenti



Panoramica
Formazione e Carriera
Mercato



Panoramica

Il Tecnico degli acquisti-approvvigionamenti presiede la gestione delle scorte, richiedendo preventivi, formulando ordini di acquisto e seguendo la movimentazione e lo stoccaggio delle forniture.
Il Tecnico degli acquisti-approvvigionamenti ricopre un livello di media responsabilità. Dopo aver raccolto i dati relativi al fabbisogno delle diverse aree produttive (ciclo produttivo, progettazione, collaudo, qualità, manutenzione), egli collabora alla previsione degli acquisti. Una volta ottenute queste informazioni, questa figura effettua indagini di mercato nel settore merceologico di riferimento ed individua il miglior preventivo offerto dal fornitore, in base al rapporto qualità/prezzo, ai tempi di consegna e alle condizioni di pagamento. Emette quindi ordini d’acquisto e segue l’andamento delle forniture fino alla loro ricezione, partecipando all’emissione di azioni di non conformità nei confronti dei fornitori che non rispettano i contratti. Il Tecnico degli acquisti-approvvigionamenti controlla quindi la qualità in ingresso della merce e ne segue il processo di movimentazione e di flusso verso il ciclo produttivo o distributivo, organizzando con lo staff che coordina la sua collocazione logistica e le procedure di carico e scarico, nonché presiedendo il sistema informativo di aggiornamento verso tutte le aree produttive.  

Competenze

Il Tecnico degli acquisti-approvvigionamenti deve:
● avere conoscenze approfondite di merceologia e di gestione delle merci
● saper elaborare piani di approvvigionamento sulla base dei report  per le diverse linee produttive
●conoscere le norme di diritto commerciale e i software per la gestione integrata degli approvvigionamenti
● sapere l’inglese
● avere una perfetta conoscenza dell’organizzazione del lavoro e delle norme di prevenzione e sicurezza ● possedere una visione sistemica del processo di approvvigionamento e gestione dei flussi
● saper coniugare aspetti di pianificazione, organizzazione e coordinamento informativo
● saper affrontare problemi di relazione e di organizzazione, individuando soluzioni condivise, efficienti e qualitativamente valide.
 

Formazione e Carriera

Formazione

Per accedereal questa professione è necessario aver conseguito un  diploma di perito industriale o in ragioneria, seguito da un corso di formazione post diploma in tecniche di gestione degli acquisti e degli approvvigionamenti. Tuttavia, una formazione universitaria come una laurea triennale in Ingegneria gestionale, Ingegneria logistica e della produzione, oppure una laurea specialistica in Ingegneria gestionale e logistica integrata o in Scienze dell’economia è spesso richiesta, così come un’ulteriore formazione in materia di diritto commerciale e in software applicativi per la gestione degli approvvigionamenti.    

Carriera

Questa figura inizia il suo percorso come Assistente o Operatore degli acquisti. Le sue possibilità di avanzamento dipendono molto dalle dimensione dell’impresa e dalla strategia aziendale. Dopo un periodo di esperienza sul campo di minimo 3 anni, egli può accedere al ruolo di Responsabile degli acquisti-approvvigionamenti.

Mercato

Situazione di Lavoro

Il Tecnico degli Acquisti-approvvigionamenti lavora come dipendente presso le imprese industriali o nella distribuzione commerciale. Generalmente, questa figura opera in aziende di dimensioni medio grandi, dove vi è la necessità di coordinare i flussi informativi dei materiali dai fornitori ai clienti, oppure nella rete interna di distribuzione. Egli occupa un ufficio dell’area produzione o all’interno dell’area logistica e distribuzione, in team con il Responsabile degli acquisti-approvvigionamenti. Nella produzione, si relaziona con i Responsabili e con gli Addetti della programmazione, del controllo produzione, del magazzino e con i Capi reparto, mentre nella distribuzione ha rapporti con i Responsabili commerciali dei diversi punti vendita, con quelli dei magazzini intermedi e con gli Addetti al controllo qualità della merce sia in ingresso che in uscita. In tutti e due i casi egli si relaziona con i fornitori, sia in fase di trattativa che in quella contrattuale. I suoi strumenti sono costituiti da software specifici, materiali per il reporting e segnaletica cartacea. Il suo orario è di 40 ore settimanali, a cui possono aggiungersi gli straordinari in occasione di particolari esigenze di lavoro. La sua retribuzione varia tra i 25.000 ai 35.000 euro lordi l’anno.  

Tendenze Occupazionali

L’attuale tendenza delle imprese di rendere il sistema di programmazione degli approvvigionamenti sempre più efficace rispetto al mercato, fa sperare in buone prospettive occupazionali per questo profilo. Nel prossimo futuro potrebbe esserci infatti un lieve aumento di circa 2.000 unità di nuovi Tecnici, compreso ilturnover. La presenza femminile nel ruolo tocca quasi il 40%, nettamente superiore alla media delle altre figure dell’Area. Non sussistendo dunque particolari condizioni che possano limitare la presenza delle donne in questa professione, nonostante la continua tendenza da parte delle aziende ad assumere personale maschile, se ne può ipotizzare un leggero aumento nel prossimo futuro.

Figure Professionali Prossime

Il Tecnico degli Acquisti-approvvigionamenti è simile al Tecnico della programmazione della produzione.