tecnico dell amministrazione del personale



Panoramica
Formazione e Carriera
Mercato



Panoramica

Questa figura si occupa della gestione del personale dal punto di vista amministrativo. Egli provvede a rispettare le normative vigenti, gli accordi, la corretta compilazione dei libri, delle retribuzioni e del versamento dei contributi previdenziali, secondo le disposizioni di legge.

Il Tecnico dell’amministrazione del personale svolge un tipo di attività tradizionalmente impiegatizia e si occupa di:

  • predisporre e gestire la documentazione del rapporto di lavoro (assunzione, trasformazione, cessazione);
  • controllare l’orario di lavoro effettuato da ogni singolo dipendente;
  • contabilizzare le ferie e gli straordinari;
  • provvedere all’elaborazione degli stipendi, predisponendo i cedolini-paga e calcolando i relativi versamenti fiscali;
  • gestire l’archivio relativo alla normativa del lavoro. Annualmente, infine, egli svolge quelle attività connesse alla chiusura della contabilità del personale, compilando modelli fiscali e registrando i dati relativi al costo globale delle RU.

Questa figura può lavorare sia all’interno di un’organizzazione, negli uffici dell’amministrazione che si occupa del personale, oppure presso studi di consulenza del lavoro dove, a seconda delle richieste dei clienti, può svolgere tutti o alcuni dei compiti precedentemente indicati.

Competenze

Il Tecnico dell’amministrazione del personale deve avere buone conoscenze e competenze in campo amministrativo, contabile e fiscale, unite a fondamenti di diritto del lavoro. Per svolgere al meglio quest’attività, è indispensabile possedere precisione, ordine, affidabilità e serietà. Questa figura deve inoltre saper utilizzare il computer ed in particolare i principali applicativi informatici per l’amministrazione del personale, nonché le diverse tecnologie telematiche. Egli deve conoscere anche le norme sulla sicurezza nei luoghi di lavoro. Se il Tecnico opera in un’organizzazione di grandi dimensioni, gli può essere richiesta anche la conoscenza di almeno una lingua straniera.

Formazione e Carriera

Formazione

Il Tecnico dell’amministrazione del personale è in genere un diplomato in ragioneria. Può essere utile per questa figura, ai fini dell’inserimento lavorativo, l’aver partecipato ad un corso di specializzazione in paghe e contributi. È necessario in ogni caso che egli si aggiorni costantemente, poiché gli vengono richieste sempre nuove competenze, in linea con un mercato del lavoro in continua evoluzione.

Carriera

Il Tecnico dell’amministrazione del personale inizia la sua carriera in genere come semplice Addetto all’amministrazione (vedi “Segreteria e lavori d’ufficio”), ma con una buona esperienza acquisita sul lavoro, in due o tre anni, può già ottenere un avanzamento. La mobilità verticale consiste nel passaggio al ruolo di Responsabile di amministrazione del personale o di responsabile amministrativo. In questi casi, la laurea in scienze dell’amministrazione (vedi su http://offf.miur.it) è un requisito indispensabile per la progressione di carriera. Se lavora presso uno studio di consulenza, attraverso un’adeguata e aggiornata formazione, e dopo un certo periodo, può diventare, previo superamento dell’esame di Stato, anche Consulente del lavoro.

Mercato

Situazione di Lavoro

Si tratta di una figura che può operare negli uffici dell’amministrazione del personale di enti pubblici e privati, in aziende private o presso studi di Consulenti del lavoro.

Il Tecnico dell’amministrazione del personale svolge i suoi compiti anche seguendo le indicazioni dei vari Esperti in gestione delle risorse umane. In base alla dimensione dell’azienda per la quale opera, può dipendere da un Responsabile dell’amministrazione del personale, oppure direttamente dal Responsabile del personale o, ancora, dal Responsabile dell’amministrazione e contabilità (vedi “Amministrazione e finanza di impresa”). Questa figura utilizza in particolare i più aggiornati programmi per l’amministrazione del personale. Lo svolgimento del suo lavoro prevede il rispetto di un orario d’ufficio e la sua retribuzione annua media, nel caso sia inquadrato come impiegato, parte dai 26 mila euro lordi per arrivare ai 34 mila euro. Come Responsabile di amministrazione del personale, nella posizione di quadro, può arrivare a prendere dai 43 mila ai 52 mila euro lordi annui.

Tendenze Occupazionali

Il Tecnico dell’amministrazione del personale ha, nel complesso, molte possibilità di lavoro. Tuttavia, sempre di più le aziende affidano a terzi la gestione e l’amministrazione del personale e, per il prossimo futuro, l’esternalizzazione di queste funzioni sembra destinata ad un ulteriore sviluppo. Questo fenomeno, se da un lato diminuisce le sue possibilità di assunzione all’interno delle aziende e degli enti pubblici e privati, dall’altro apre ed offre ottime prospettive di occupazione nelle imprese di gestione e amministrazione del personale per conto terzi.

In questa professione la presenza femminile è leggermente superiore e questo stato di cose tenderà a confermarsi anche per il prossimo futuro.

Figure Professionali Prossime

Le figure più vicine al TAP sono l’Addetto alla contabilità, ai controlli contabili, alla contabilità salari, il Ragioniere commercialista e il Tecnico consulente del lavoro.